News
 

Visite

Decidere di passare una vacanza nel doglianese è una celebrazione della riscoperta di tempi, modi, sapori e sensazioni di un altro tempo. Bisogna prendersi il tempo giusto per godersi i paesaggi che cambiano ad ogni curva, l’alternanza di vigne e di boschi, le colline che scendono verso il Tanaro che le separa dalla pianura, l’arco delle Alpi che fa da sfondo maestoso. Piccoli paesi che svettano sulle colline, sormontati da torri o castelli medievali, a volte abbandonati.

In questa parte di Langa la mancata crescita dagli Anni ’60 agli Anni ’80 ha preservato molti lati del passato: dal carattere delle persone, a volte un pò diffidenti e riservate, alla cucina, povera nelle materie prime, ma ricchissima di qualità e fantasia.

Ritroviamo nei paesi di queste colline sagre e fiere in molti periodi dell’anno, che celebrano prodotti dell’agricoltura e della tradizione: dalla Cisrà (minestra di ceci) ai Puciu (nespole), dal maestoso Bue Grasso alle Tume di pecora.

Ogni periodo è buono per visitare le colline della Langa doglianese: in inverno si potrà incontrare un paesaggio insolito, con vigneti spesso coperti dalla neve, paesi addormentati che sembrano d’altri tempi, ricette dal sapore antico: zuppe, bagne caode e castagne. Nelle altre stagioni, trionfi di colore, sapori e profumi unici.

Degustazione in cantina

Le degustazioni e la visita della cantina sono possibili, dal lunedì al sabato, dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,00.
Le visite nei giorni festivi sono possibili, se concordate preventivamente.

Degustazione di 3 vini, Barolo escluso, ha un costo di 5,00 euro

Degustazione di 5 vini, Barolo incluso, ha un costo di 10,00 euro

Degustazione di 10 vini, Barolo incluso, ha un costo di 15,00 euro

 Tagliere di salame, formaggio, pane, ha un costo di 5,00 euro

La visita più la degustazione ha una durata di circa 2 ore.